Storia

scritta da "Calis1998"
 
Dopo essere diventato una leggenda per aver fronteggiato le forze della nazione stato Outer Heaven e Zanzibar Land e aver eliminato il più grande soldato di tutti i tempi Big Boss, l'agente speciale Solid Snake si è ritirato in solitudine in Alaska per ben sei anni. La vita tranquilla per l'eroe non può continuare poiché un gruppo di uomini irrompe nella sua dimora e lo conducono a forza in un sottomarino dove incontrerà il suo ex comandante, il Colonnello Roy Campbell, il quale cercherà di convincerlo a partecipare ad un’operazione delicata.
 

Anno 2005, Alaska, arcipelago delle isole Fox.

Alcuni membri dell’unità FOXHOUND disertano durante un’esercitazione a Shadow Moses, dando il via ad una rivolta armata. Sottoponendo a lavaggio di cervello i Soldati Genomici, unità delle forze speciali di prossima generazione, prendono il controllo dell’impianto di smaltimento di armi nucleari sull’isola. I terroristi si fanno chiamare Sons of Big Boss e sono comandati da Liquid Snake. Gli altri membri sono il soldato sensitivo Psycho Mantis, la tiratrice scelta Sniper Wolf, il maestro del travestimento Decoy Octopus, lo sciamano Vulcan Raven e il pistolero, nonché esperto di torture, Revolver Ocelot. Questi pretendono di avere entro ventiquattro ore il corpo di Big Boss, il soldato leggendario, e un miliardo di dollari, minacciando in caso contrario di lanciare un missile nucleare e di uccidere gli ostaggi, ovvero il direttore della DARPA, Donald Anderson, e il presidente della ArmsTech, Kenneth Baker, i quali si trovavano sul luogo per testare un nuovo tipo di arma. In risposta alla minaccia il governo decide di inviare in missione l’ex agente di FOXHOUND Solid Snake, la cui missione ha due obbiettivi: salvare i due ostaggi e scoprire se i terroristi possono davvero effettuare un lancio nucleare; in tal caso fermarli.

Snake, guidato dal Colonnello Roy Campbell e da un team di supporto composto dalla dottoressa Naomi Hunter, dall’esperta di comunicazioni Mei Ling, dall’ex addestratore McDonnell Miller e dall’esperta nucleare Nastasha Romanenko, riesce a infiltrarsi nella struttura di stoccaggio. Una volta all’interno, sfrutta i condotti di ventilazione per raggiungere la cella dove è tenuto prigioniero il direttore della DARPA. Egli rivela a Snake che sull’isola la DARPA e la ArmsTech stavano lavorando a un nuovo modello del carro armato bipede Metal Gear, nome in codice REX, il quale è ora in mano ai terroristi. Per attivare il Metal Gear servono due codici, uno in possesso del presidente Baker, l’altro del direttore. Purtroppo quest’ultimo rivela che Psycho Mantis è riuscito a leggergli la mente rubandogli così il codice. Anderson spiega però che esiste un modo per disattivare il Metal Gear, ma sono necessarie tre schede chiave che sono nelle mani di Baker, tenuto prigioniero nella struttura. Dopo aver dato tutte le informazioni a Snake, il direttore muore a causa di quello che sembra un infarto. La porta della cella si apre da sola e Snake ne approfitta per uscire, ma viene bloccato da una guardia che lo accusa di aver ucciso il direttore. La guardia si comporta in maniera strana: non sembra un nemico e non ha il coraggio di sparare. In quel momento arriva una squadra di soldati armati, ma Snake riesce a cavarsela con l’aiuto del compagno che dopo la sparatoria scappa verso l’ascensore. Snake nota che la guardia corre in maniera strana (sculettando). Improvvisamente Snake ha una strana visione: tre uomini discutono riguardo i codici di attivazione del Metal Gear, davanti a un corpo senza vita. L’uomo con la maschera propone un'idea, ma la visione termina. Quando le porte dell’ascensore si chiudono appare una strana figura fluttuante con una maschera sul volto. Naomi spiega che quel uomo altri non è che Psycho Mantis, il telepate di FOXHOUND.

Snake raggiunge Baker, ma l’ostaggio è bloccato con dei fili collegati ad esplosivi C4. All’improvviso appare il pistolero Revolver Ocelot che affronta Snake in duello. Alla fine il duello viene interrotto da una strana presenza invisibile che taglia la mano destra di Ocelot e anche i fili degli esplosivi, liberando così Baker. Ocelot scappa, ma avvisa Snake che si sarebbero incontrati nuovamente. La strana presenza nel frattempo si rivela essere un Cyborg Ninja armato di katana, il quale fugge in preda a quelle che sembrano urla di dolore, lasciando Snake stupefatto. Il presidente Baker informa Snake di aver rivelato il suo codice di attivazione ai terroristi mentre lo torturavano, nonostante fosse riuscito a resistere ai poteri di Mantis grazie a speciali innesti nel cervello che possedevano sia lui che il direttore della DARPA. Quest’ultimo aveva confessato a Snake che Mantis era riuscito a leggergli nella mente: cosa significa? In ogni caso, l’unica speranza di fermare il Metal Gear sono le schede chiave, ma Baker le ha consegnate alla nipote del Colonello Campbell, Meryl Silverburgh, la quale era stata inviata a Shadow Moses prima della rivolta dei terroristi. Snake capisce che la guardia incontrata in precedenza non è altri che Meryl. Baker spiega che se le schede non dovessero funzionare, dovrà distruggere il Metal Gear e l’unico in grado di aiutarlo in questo è l’ingegnere capo del progetto, Hal Emmerich, tenuto prigioniero da qualche parte nel deposito delle testate nucleari, a nord della rimessa dei carri. Snake riceve dal presidente un disco ottico che contiene tutti i dati sul Metal Gear, quando all’improvviso Baker muore per un infarto, esattamente come il direttore della DARPA.

 

continua...

Pagine

Sito web sviluppato da Luca Osti
Grafica realizzata da Omar Sabry
Kinguin Overwatch - 160x600
Kinguin World of Warcraft: Legion - 160x600