La visita di Hideo Kojima negli States

Che il game developer fosse un vero e proprio globetrotter lo si sapeva già; stando ai suoi account twitter e instagram Hideo Kojima è praticamente incapace di rimanere nello stesso posto - per la precisione il suo ufficio -  per un lasso di tempo superiore a quello necessario a scattare un selfie con l'ospite di turno. I suoi profili social sono diventati fonte inesauribile di informazioni riguardanti i suoi pranzi e cene - di lavoro e non - dei suoi gusti in fatto di musica, cinema, vini e birre e, la settimana scorsa, della sua scappatella negli Stati Uniti dove ha fatto visita a diversi studios sparsi sul suolo americano.

 


 

Come uno studentello fuori sede che torna a casa per le feste il buon Hideo ha passato il ponte di Ognissanti facendo visita prima a mamma Sony in modo da rendere omaggio anche a John Kodera, subentrato ad Andrew House come CEO di Sony Interactive Entertainment lo scorso anno.

 


 

Dopo una breve ma efficace carrellata di foto achiappalike ai "gioielli di famiglia" (precisiamo che stiamo parlando delle vecchie console PlayStation, prima che a qualcuno venga in mente di chiamare il MOIGE) è tempo di fare visita anche agli studi di Sucker Punch Productions (InFamous, Sly Cooper e prossimamente Ghost of Tsushima). Con loro, Hideo ha passato l'intera giornata di Halloween.

 

 

 

Superata la notte delle streghe per Kojima è ora di incotrare un guru dei videogame, il maestro indiscusso nell'arte di spezzare i cuori degli appassionati e nel deludere i fan; il CEO e cofondatore di Valve Gabe "Half Life3 è nello scaffale sogni infranti" Newell. Speriamo solo che il sorriso con cui entrambi si mostrano nel loro selfie insieme non sia il segno che stanno tramando qualcosa di losco.

 


 

Ma che tu sia uno studentello fuori sede o il "master of trolling" dei videogiochi, passate le feste è ora di tornare al lavoro in ufficio con la consapevolezza, però, che fuggirai di nuovo non appena ne avrai l'opportunità, cogliendo magari l'occasione per postare qualcosa su instagram che si sa, i follower non crescono sugli alberi. Gli stessi studi Kojima li aveva visitati nel 2016 ma, oggi come allora, il vero motivo dietro questo viaggio rimane un mistero. Tantovale prenderla sul ridere.

 

Working is not an option but an optional.

 

 

 


Fonte: Hideo Kojima's Twitter


Venite a parlarne sul forum in attesa di nuove informazioni! Non dimenticatevi inoltre di scaricare la nostra app Android e di mettere "mi piace" sulla nostra pagina Facebook e di seguirci su Twitter o Youtube per rimanere sempre aggiornati sul mondo di Metal Gear Solid!

Roberto "Otacon" Minasi
Avatar di Otacon

Ha provato ad unirsi al circo all'età di 4 anni. Scartato perchè troppo qualificato si è rifugiato nei videogame passando dal SEGA Master System allo Snes al Game Boy per approdare infine al mondo PlayStation. Appassionato di MGS da quando aveva nove anni, adesso gioca a fare il giornalista con scarsi risultati. Dategli un caffè e vi solleverà il mondo.

Sito web sviluppato da Luca Osti
Grafica realizzata da Omar Sabry
Kinguin Overwatch - 160x600
Kinguin World of Warcraft: Legion - 160x600