Hideo Kojima: "Voglio suscitare emozioni vive"

Questo 29 aprile, il Tribeca Film Festival, tra gli eventi in programma, ha ospitato anche un keynote con protagonista Hideo Kojima.

Argomento centrale dell'intervista tenuta da Geoff Keighley, è stato, ovviamente, Death Stranding.

 

Il game designer ha colto l'occasione per chiarire il perchè di alcune scelte, prima tra tutte quella di affidarsi ad attori cinematografici in carne ed ossa anzichè al solo sviluppo digitale: "Volevo qualcosa di più vivo, volevo che gli attori andassero sul palco a fare qualcosa che io non fossi in grado di immaginare. Voglio quei sentimenti vividi che rendono una cosa migliore"  spiega "Lavoare con un computer elimina la possibilità che ci siano imprevisti, tutto è programmato e non esiste la possibilità di improvvisare sul momento".

 


 

Kojima pova a rimarcare ancora il concetto: "In un certo senso, quando c'è solo computer grafica, pura al 100%, posso fare solo ciò che immagino. Ma non è detto che sia questo ciò che voglio. La presenza di attori che fanno qualcosa di inaspettato rendono il progetto più grande. Ecco cosa voglio".

 

 

Kojima torna a parlare anche di Norman Reedus e del primo trailer di DS, datato giugno 2016: "Era esattamente ciò che avevo in mente, mostrare per prima cosa Norman completamente nudo. Da quel momento in poi potreste vederlo con diversi costumi, acconciature, equipaggiamenti. Al momento è l'unica cosa che mi sento di poter anticipare." In altri termini Kojima apre la strada ad una possibilità di personalizzazione del personaggio all'interno del gioco.

 


 

 

Anche lo stato generale di sviluppo è stato argomento di discussione: "Stiamo lavorando su PS4" dice sorridendo nervosamente "Stiamo facendo dei test sui personaggi, sull'ambiente e sul sistema di gioco." il designer nipponico prova a spiegare con una allegoria: "Immaginate che il personaggio stia andando in un ristorante italiano: abbiamo già deciso chi incontrerà, cosa mangerà, insomma abbiamo già deciso questi dettagli. Adesso ci stiamo concentrando su cose come la tipologia di arredamento, cosa sarà possibile trovare nel menù, le specifiche linee di dialogo."  L'ossatura di Death Stranding parrebbe insomma essere pronta.

 

 

Durante la chiaccherata con Keighley sono poi stati toccati i più svariati argomenti, tra i quali la realtà virtuale e, per restare fedeli al tema generale del Tribeca, gli attori ed i film preferiti di Kojima. Il video completo dell'intervista è disponibile qui di seguito.

 

 


Fonte: Tribeca Film Festival


Venite a parlarne sul forum in attesa di nuove informazioni! Non dimenticatevi inoltre di scaricare la nostra app Android e di mettere "mi piace" sulla nostra pagina Facebook e di seguirci su Twitter o Youtube per rimanere sempre aggiornati sul mondo di Metal Gear Solid!

Roberto "Otacon" Minasi
Avatar di Otacon

Ha provato ad unirsi al circo all'età di 4 anni. Scartato perchè troppo qualificato si è rifugiato nei videogame passando dal SEGA Master System allo Snes al Game Boy per approdare infine al mondo PlayStation. Appassionato di MGS da quando aveva nove anni, adesso gioca a fare il giornalista con scarsi risultati. Dategli un caffè e vi solleverà il mondo.

Sito web sviluppato da Luca Osti
Grafica realizzata da Omar Sabry
Kinguin Overwatch - 160x600
Kinguin World of Warcraft: Legion - 160x600